Italian Harmonists - Giorgio Tiboni - Tenore - Personal Website

Vai ai contenuti

Menu principale:

Italian Harmonists

 
 



dai “Comedian” agli “Italian”

L'idea di riproporre ai giorni nostri un quintetto di voci maschili armonizzate, accompagnate da un pianoforte, nasce all'interno della realtà musicale del Teatro alla Scala di Milano quando, tra alcuni colleghi del Coro, ci si entusiasma per le armonizzazioni e lo stile interpretativo dei “Comedian Harmonists”, gruppo vocale berlinese che negli anni '30 aveva raggiunto elevate vette di successo internazionale, prima che le leggi razziali naziste ne interrompessero la carriera (tre componenti dei Comedians erano infatti ebrei).
Dopo essersi buttati a capofitto sul loro repertorio (gli spartiti con gli arrangiamenti originali sono pubblicati dalla Werner Bosse Verlag di Kassel), nel 2006 la formazione è assestata e riunita sotto il nome di “Italian Harmonists”.
Fermo restando lo stile inconfondibile del sestetto tedesco, gli Italian Harmonists decidono di estendere il repertorio rivisitando le canzoni italiane degli anni a cavallo tra i '30 e i '50, mettendo a frutto le indiscutibili capacità di musicista ed arrangiatore del pianista Jader Costa.
Da questo momento in poi l'attività del gruppo è un susseguirsi di successi e gratificazioni, che testimoniano sempre di più la bontà del progetto.


dai Teatri al BlueNote, passando per la Rai

Ad impreziosire il loro percorso artistico sopravvengono l'incisione del loro primo disco (“Quando la radio...”), l'assegnazione del “Premio Carosone 2007” (grazie alla personale rilettura del classico “Tre numeri al Lotto”, con relativa esibizione nel corso della Serata di Gala tenutasi all'Arena Flegrea di Napoli il 21 Settembre), e una memorabile esibizione al glorioso “Teatro Derby” di Milano, storica sede che ha tenuto a battesimo la carriera di numerosi artisti del panorama teatral-musicale milanese.
Ma il fiore all'occhiello del gruppo risulta essere, nell'Aprile 2008, l'esecuzione del loro spettacolo in diretta radiofonica dalla Sala A di Via Asiago in Roma su RAI Radio 3 per “Radio 3 Suite”, a seguito della quale, gli Italian Harmonists hanno l'onore di essere invitati, nell'Ottobre seguente, ad esibirsi presso la Cappella Paolina del Palazzo del Quirinale, in occasione de “I Concerti del Quirinale”, sempre in diretta radiofonica su RAI Radio 3, e contemporanea diffusione sul circuito Euroradio.
Nel 2011 realizzano una serata indimenticabile al BlueNote di Milano, registrando il “sold out” ed esibendosi con ben 3 bis a fine spettacolo.
Il CD degli Italian Harmonists è in vendita, dal 2009, presso “La Scala Shop”, lo storico Bookstore del Teatro alla Scala.


“Senza pretese di imitazione o di clonazione, Antonio Murgo, Luca Di Gioia, Andrea Semeraro, Giorgio Tiboni, Guillermo Bussolini con Jader Costa al pianoforte, riuniti nell'ensemble degli ITALIAN HARMONISTS, rendono un tributo di affetto ai "Comedian" e nello stesso tempo alla civiltà della gloriosa "scatola sonora", strumento di evasione unico e popolare per gli italiani d'ante-e-dopoguerra. Lungo un "asse" (fortunatamente solo musicale) Torino-Berlino, gli "Italian Harmonists" impaginano un brioso canzoniere storico: un occhio ai maestri tedeschi, un occhio ai maestri italiani dell'indimenticabile Quartetto Cetra, li sorregge -oltre alla rigorosa musicalità ed alla tecnica individuale d'estrazione classica e di gustoso impasto vocale- una viva ironia, un senso del gioco mimetico-strumentale e armonico che da una parte rivisita con gusto il repertorio dei "Comedian", dall'altra restituisce alle canzoni italiane scelte nel programma una simpatica e nello stesso tempo nostalgica fragranza. (…)
Ma gli "Italian" sono anche e soprattutto occasione di spettacolo, è teatro musicale di prim'ordine, di alta caratura vocale e musicale.”

                             Gianni Gori


Torna ai contenuti | Torna al menu